Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Il Comune Uffici Comunali Tributi e Gestione Lampade votive File Tributi Novità Imu 2013
UFFICI COMUNALI
P.I del Comune

PIANO INTERVENT

P.A.T. del Comune

Pat.png

IMU 2020

 

CALCOLO IMU 2020

LINEA AMICA

 banner linea amica

 Servizio Linea Amica

RETE URP VENETO

RETE URP VENETO

 

Novità Imu 2013

Novità Imu 2013 ( agg. dicembre 2013)

ABOLIZIONE DELLA SECONDA RATA per alcune tipologie di immobili

  1. abitazione principale e pertinenze (di categoria C2-C6-C7 nel limite di una per ciascuna categoria), con esclusione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 per i quali l’imposta è dovuta secondo le ordinarie modalità;
  2. unità immobiliari appartenenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e pertinenze dei soci assegnatari;
  3. alloggi regolarmente assegnati dagli ex IACP ( Istituti autonomi case popolari) o altri enti di edilizia residenziale pubblica similari;
  4. la casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio
  5. gli immobili posseduti e non concessi in locazione ( escluse le A/1, A/ 8e A/9), dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di Polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente dalle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e fatto, salvo quanto previsto dall’art 28, comma 1, del D.Lgs n. 139/2000, dal personale appartenente alla carriera prefettizia;
  6. soltanto per i terreni agricoli coltivati dai coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali- Iap
  7. fabbricati rurali ad uso  strumentali

Cosa pagare entro il 16 dicembre 2013

  1. Le Abitazioni principali  classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 ( aliquota 4 per mille e detrazioni )
  2. v  Terreni agricoli posseduti da soggetti che non sono coltivatori diretti ed imprenditori agricoli IAP ( aliquota 9 per mille)
  3. l'abitazione (e le pertinenze ammesse) concessa in uso gratuito ai parenti di 1° grado in linea retta che la utilizzino come abitazione principale (aliquota agevolata 7,6 per mille, previa dichiarazione)
  4. le unità immobiliari possedute  e direttamente utilizzate  dalle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) di cui all’art. 10 del D.Lgs. n. 460 del 1997 ( aliquota 7,6 per mille)
  5. tutti gli immobili rientranti nelle categorie B e D/5( aliquota 10,6 per  mille)
  6. tutte le altre  unità immobiliari ( diverse di quelle di cui al punto 10),  categorie catastali A e  C – (escluse abitazioni principali e pertinenze)   e D (esclusi D5) e alle aree edificabili  ( aliquota 9 per mille )

L’Amministrazione di Trecenta in linea con quanto stabilito dal Governo ha voluto introdurre una aliquota agevolata del 7,6 per mille ( anziché il 9 per mille) ai terreni agricoli  nei seguenti casi:

  1. posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, purché dai medesimi condotti.
  2. posseduti in comproprietà da soggetti non coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, qualora siano il coniuge e/o parenti entro il 1° grado in linea retta del coltivatore diretto o dell’imprenditore agricolo professionale
  3. posseduti in proprietà esclusiva da soggetti non coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali e condotti dal coniuge e/o parente in linea retta fino al 1° grado, coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale,  in base a regolare contratto d’affitto o di comodato d’uso.

ALTRE NOVITA’ introdotte dal D.L. 102 del 31.08.2013

-          per l’anno 2013 non è dovuta la seconda rata Imu,  relativa ai fabbricati costruiti  e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati; tipologia di fabbricati che saranno esentati dal 1.1.2014.

-          Non è richiesta la condizione di dimora abituale e residenza anagrafica per considerare abitazione principale e relative pertinenze, a un unico immobile, iscritto o iscrivibile in catasto come unica unità immobiliare e non concesso in locazione, posseduto dal personale in servizio permanente alle Forze armate e alla Forze di Polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di Polizia ad ordinamento civile, nonché dal Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall’art 28,comma1 del D.Lgs. 139/2000, dal personale appartenente alla carriera prefettizia. ( per tale disposizione resta da chiarire la decorrenza del beneficio.

-            Esenti dal 2014 gli immobili posseduti ed utilizzati dagli enti no profit e destinati alla attività di ricerca scientifica con modalità non commerciali.

-          Dal 2014 il trattamento agevolato previsto per l’abitazione principale spetta anche a quelli di civile abitazione destinati ad alloggi sociali, come definiti con Decreto del 22.4.2008 ( G.U. 146 del 24.6.2008)

 

VARIAZIONE MOLTIPLICATORE CATEGORIA D

Si avvisa che  il nuovo  moltiplicatore relativo alla categoria D  è 65. I moltiplicatori per il calcolo della base imponibile per altre categorie catastali sono rimasti invariati rispetto al 2012.

VERSAMENTO

Il versamento della rata in acconto ( pari al 50% del totale), per gli immobili non ricompresi nella sospensione e poi nella abolizione ,  doveva essere effettuato sulla base delle aliquote comunali in vigore per il saldo 2012 entro il 17 giugno 2013.

Con la rata a saldo da versare entro il 16 dicembre 2013 dovrà essere effettuato il conguaglio annuo sulla base delle nuove aliquote  approvate  dal Consiglio Comunale.

NUOVA RIPARTIZIONE DEL GETTITO TRA COMUNE E STATO

La legge di stabilità 2013 ( art 1, c.380, legge n. 228/2012) ha “riservato allo Stato il gettito dell’Imu derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D” calcolato ad aliquota standard 0,76%. Ne consegue che per tali immobili cui l’aliquota fissata dal Comune di Trecenta nel 2012 è il 0,9% l’imposta va suddivisa applicando alla base imponibile :

-          L’aliquota “standard” dello 0,76% a favore dello Stato

-          L’aliquota dello 0,14 % a favore del Comune

Per i fabbricati di categoria D/10-  rurali strumentali  all’attività agricola la prima rata in acconto  è sospesa .

 Per tali fabbricati, salvo ulteriori modifiche o interpretazioni, l’aliquota stabilita è lo 0,2% e la quota dovrà essere versata tutta allo Stato con il codice tributo 3925 , mentre per i rurali di categoria C l’aliquota 2013 dovrà essere determinata ( 0,1% nel 2012) e la quota dovrà essere versata al Comune con codice 3913.

ATTENZIONE AI CODICI TRIBUTO MODELLO F24

A decorrere dal 2013 sono variate le quote da attribuire allo Stato e quelle da attribuire al Comune, pertanto anche nel caso di medesima imposta dovuta rispetto all’anno precedente nella compilazione del modello F24 potrebbero variare i codici tributo da utilizzare. Per esempio nel caso del secondo garage, della seconda abitazione, di un negozio o di un ufficio ecc, nel 2012 l’imposta andava suddivisa tra Stato e Comune ( codici 3919 e 3918) mentre nel 2013 l’imposta deve essere versata interamente al Comune (codice 3918)

Nuovi codici tributi per il 2013

Codice

Tributo

3912

IMU abitazione principale  ( per l’acconto solo cat. A/1-A/8-A/9) – COMUNE

3913

IMU fabbricati rurali strumentali classificati in cat.  C- COMUNE

3914

IMU per i terreni –COMUNE

3916

IMU per aree edificabili –COMUNE

3918

IMU per altri fabbricati ( esclusi i D)-COMUNE

3925

IMU per fabbricati classificati in cat D ( calcolo acconto con aliquota 0,76%)- STATO

3930

IMU per fabbricati classificati in cat D ( calcolo in acconto 0,14%)-  incremento COMUNE

Avvertenze per la compilazione del Modello F24

Si ricorda di controllare il Codice catastale del Comune di Trecenta L359 per evitare di effettuare versamenti a favore di altri Comuni.  Il modello F24 è reperibile presso tutti gli sportelli bancari e postali, scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate o da quello del Comune di Trecenta nella sezione Tributi – Imu.

Dalla stessa sezione è possibile accedere ad un simulatore di calcolo per il conteggio Imu e la  successiva stampa del modello F24.

VARIATA SCADENZA PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE  IMU AL 30 GIUGNO 2013 

Per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto al 1° gennaio 2012 e per tutte le variazioni intervenute nel corso del 2012, la dichiarazione deve essere presentata entro il 30.06.2013 ( art 10,c.4 D.L. 35/2013).

Informazioni

Per ogni informazione o chiarimento:

 rivolgersi all’Ufficio tributi comunale sito al piano terra della sede municipale nei giorni dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30 e il lunedì dalle 15.00 alle 18.00

consultare il sito comunale www.comune.trecenta.ro.it alla sezione Tributi-  Imu 2013

Tel 0425 716135- mail  ufficiotributi@comune.trecenta.ro.it

 

consulta la Guida Imu 2013 o il  D.L. 54 del 21.5.2013 o il D.L. 102/2013

vai al CALCOLO IMU 2013

aliquote e detrazioni Imu 2013 approvate con deliberazione n. 38 del 26.11.2013

 

 

 

 

Albo_Pretorio

(Albo Pretorio,Pubblicazioni di matrimonio, Risultati Elettorali, Determinazioni, Deliberazioni, Ordinanze e Atti vari)


AmmTrasparente


Privacy


Bandi di Gara


PSR VENETO 2014-2020

PSR VENETO 2014 2020

PAGO PA

PAGO PA

Pagamenti on line

 


PEC_2

BIBLIOTECA COMUNALE

Biblioteca

Entra nella Biblioteca Comunale

TEATRO COMUNALE

Il Teatro Comunale

Entra nel Teatro Comunale

« luglio 2020 »
luglio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
METEO VENETO

Previsioni per la giornata

link esterno al Centro Meteo ARPA Regionale: immagine che illustra le previsioni meteorologiche per la giornata di domani.

Centro ARPAV

 

Piazza G. Marconi, 1 - 45027 Trecenta (Rovigo) - Tel: 0425.700300 Fax: 0425.700265 - Codice Fiscale/Partita IVA : 00205230295
trecenta@comune.trecenta.ro.it PEC: protocollo.comune.trecenta.ro@pecveneto.it

INFORMATIVA PRIVACY

Sito ottimizzato per browser recenti


Suggerimenti e consigli su questo sito: QUI

Segnala problemi di visualizzazione, contenuti datati o mancanti, difficoltà nel reperire le informazioni sul sito